Article marketing > Viaggi e vacanze

Una meta perfetta: il mercato italiano e il Made in Italy approdano in Australia

Argomenti trattati:
viaggio in Australia

Lo sviluppo economico in Australia

Tra le caratteristiche che rendono speciale l'Australia non vanno solamente menzionate quelle riguardanti la fauna e la flora locale, così particolari e immediatamente riconoscibili. Il paese è ben noto anche per lo sviluppo economico di cui è stato oggetto negli ultimi anni e che lo ha reso una vera e propria potenza economica mondiale. Da circa 23 anni, infatti, il PIL australiano è in crescita e, al contrario delle altre nazioni, non ha subito flessioni. Questo importante aspetto ne ha fatto un desiderabile partner commerciale per i paesi europei come l'Italia nonché una meta particolarmente apprezzata per quanti vogliano vivere e lavorare nel paese o semplicemente frequentare gli ottimi corsi universitari proposti dai vari campus sparsi nel territorio.

Prepararsi ad un viaggio in Australia: attenzione al visto

Chi fosse rimasto allettato dalle molte possibilità che offre l'Australia, dovrà prestare molta attenzione all'iter da compiere per poter anche solo visitare in veste di turista il paese. Lo stato australiano effettua e dispone dei controlli rigidi su chi entra nel suo territorio, avvalendosi anche della possibilità di rispedire in patria coloro che non sono considerati adeguati. I parametri che stabiliscono chi possa accedere o meno sono molti e vengono illustrati con dovizia di particolare sul sito www.australia-eta.com. All'interno delle varie pagine sarà possibile anche trovare informazioni per quanto concerne la richiesta del visto, indispensabile per poter accedere in Australia. La domanda va fatta prima di partire secondo specifiche modalità. La risposta da parte delle autorità preposte perverrà entro pochissimi giorni.
- Il visto necessario per chi voglia soggiornare nel continente per una breve vacanza o debba fare un viaggio di affari è detto ETA. Va richiesto per via telematica ed è strettamente legato al passaporto del richiedente;
- chi voglia trasferirsi in Australia per lavoro, invece, deve richiedere agli organi governativi un visto di tipo differente, il Temporary Work-Short Stay Activity-Subclass 400.

Gli australiani preferiscono il Made in Italy

Ma qual è il mercato che si apre a quanti, dall'Italia, vogliano commerciare con l'Australia? Numerose indagini e studi hanno accertato come i prodotti italiani siano particolarmente apprezzati dagli australiani. In particolare i settori più amati sono quelli legati alla moda e alla manifattura a essa legata come la pelletteria: scarpe, accessori e abbigliamento sono i prodotti più ambiti sia per il loro design accattivante sia per la qualità di cui il Made in Italy è sinonimo. L'Italia è nella top ten degli importatori anche per quanto concerne le eccellenze gastronomiche per cui è famosa nel mondo in veste di private label. Il termine indica un tipo di prodotto fabbricato da un'azienda terza rispetto a quella che lo rivenderà sul mercato. Il Made in Italy è ricercato e molto apprezzato anche nei settori legati all'arredamento e agli accessori per la casa. Gli accordi commerciali stipulati tra i due Paesi al fine di garantire proficui scambi economici sono stati avviati e rendono l'Australia una meta particolarmente allettante per gli imprenditori. Il bisogno di soddisfare una domanda di prodotti italiani sempre più alta spinge verso nuove opportunità che meritano di essere sfruttate al meglio.